sabato 20 giugno 2015

[...]

«La tradizione cristiana non ha mai riconosciuto
come assoluto o intoccabile il diritto alla proprietà privata,
e ha messo in risalto la funzione sociale
di qualunque forma di proprietà privata»

Laudato si, 93


«Vi è un socialismo che è connaturato a tutta la storia
della Chiesa e del cristianesimo, e di cui il Papato
si è valso in tutti i momenti in cui fosse necessario
conquistare i favori dei popoli, contro gli Stati e i governi. […]
Nell’idea socialista, al suo stato originario, vi è un principio
di “servizio”, di collaborazione dell’uno per l’altro,
di assistenza reciproca, di fraternità e carità,
che nessuna filosofia marxista potrà mai sopprimere
senza ricadere nei principi del liberalismo […]
e il cristianesimo l’ha capito tanto bene che non ha mancato
di approfittarne in tutta la sua storia. [...]
Vi è una “demagogia guelfa”, che ha nei paesi latini,
e non solo in quelli, una tradizione non meno viva e rigogliosa
della “demagogia giacobina”. Perché dunque meravigliarci
della funzione “socialista” del Papato?»

Giovanni Spadolini, Il Papato socialista

1 commento:

  1. Già.
    Stia bene, un caro saluto.
    Ghino La ganga

    RispondiElimina