martedì 4 novembre 2014

Nemmeno vola

Tra i 250 e i 230 milioni d’anni fa, mentre i grandi rettili del Paleozoico si avviavano all’estinzione, dalla famiglia dei Dromeosauridi, cui appartenevano terribili predatori come il Velociraptor, si staccò un ramo destinato a evolversi in Archaeopteryx, che i paleontologi dicono essere il progenitore della gran parte dei pennuti. Robe da dare le vertigini, a rifletterci: vedi un pollo, e mai immagineresti che era un dinosauro, ma il tempo è un inesausto lavoratore, e riplasma ogni cosa, e spesso sembra farlo solo per stupirci.
Così accade con monsignor Carrasco de Paula. Non più di due o tre anni fa, quando la morale cattolica lasciava impronte grosse e profonde ad ogni passo e a ogni roarrr! scopriva dozzine e dozzine di denti aguzzi, di una suicida come Brittany Maynard avrebbe fatto un sol boccone, ruttando una sonora condanna: «Siamo gli amministratori, non i proprietari della vita che Dio ci ha affidato: non ne disponiamo. […] L’eutanasia volontaria, qualunque ne siano le forme e i motivi, costituisce un omicidio. È gravemente contraria alla dignità della persona umana e al rispetto del Dio vivente, suo Creatore» (Catechismo della Chiesa Cattolica, 2280, 2324).
Potenza dell’evoluzione: l’artiglio a falcetto oggi è una misera zampa di gallina, piume dov’era la pellaccia, e al posto delle orride fauci c’è un simpatico becco giallo, corto, e quando s’apre scopre una linguetta pallida, e coco-cocodè, «il gesto in sé è da condannare, non giudichiamo la persona». Certo, lo scheletro rivela analogie, ma che simpatico volatile. Nemmeno vola, ma quanta tenerezza quelle alucce.

5 commenti:

  1. Già, vero, cocò-cocodè, la regina becco giallo biancamente ha fatto l'uovo francescanamente covato, e chi è spuntato fuori? Il velociraptor maximus, lui, cocò-belzebù. Col diavolo in retroguardia, i carraschi possono sorridere mollando i pochi perché s'accostino i tanti: un calcolo da cacciatori.

    RispondiElimina
  2. Ma quelle alucce m'hanno creato una tale rotazione dei testicoli da creare un acceleratore di particelle subventrale, sto pensando di cedere in comodato d'uso la minchia al CERN.
    Come al solito, l'han buttata sulla supercazzola, dicendo che l'eutanasia è una scorciatoia della società per rifiutare il malato, come se la povera Brittany fosse stata condizionata dal marito che non aveva voglia di assisterla. Versione da suicidio del buttarla sul pupo quando si parla di famiglie gay.
    Hanno il papa markettaro, quindi a comunicazione devono adeguarsi, ma al prossimo talebano torneranno a ruggire. Tanto la merda che smerciano è sempre uguale.

    RispondiElimina
  3. E' proprio la loro evoluzione che non mi piace e non vorrei, preferirei che rimanessero con le loro orride fauci ma estinti o in via di estinzione. Invece fra poco questi parassiti della società, pur di sopravvivere, distribuiranno anticoncezionali assieme all'ostia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la lotta per la sopravvivenza, my darling.

      Elimina
  4. ah, questi sono i post che mi fanno godere!

    RispondiElimina