giovedì 3 marzo 2016

[...]


16 commenti:

  1. [ironic-mode on]
    Non hai capito, loro erano appunto favorevoli alla legge (e quanto da te riportato ne è una conferma), la controversia riguardava solo la prassi con cui votare la legge, e in questi casi la forma è sostanza.
    Inoltre questo sottolinea la libertà di coscienza con cui alcuni senatori hanno potuto promuovere un disegno di legge.
    [ironic-mode off]

    RispondiElimina
  2. Lei è implacabile. Complimenti e grazie. Diffonderò citandola.

    RispondiElimina
  3. Sì, però ora manca il commento di Annamaria.
    Senza il commento di Annamaria tutto ciò vale nulla, mi scusi, eh.
    :-D
    Stia bene, passar di qua è indispensabile.
    Ghino La Ganga
    P.s. : mi manca tuttavia un passaggio: ma non c'era anche un vecchio disegno di legge cinquestelle per il matrimonio tout court tra persone dello stesso sesso? Ne possiede per caso il testo? Mica lo trovo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. https://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/DF/293195.pdf

      Elimina
    2. Grazie, maestro.
      Mi ripeto: passare di qua è indispensabile.
      Stia bene.
      Ghino La Ganga

      Elimina
  4. I 5 oggetti non sono dolcetti, vero? Allora deduco trattarsi di coprolalia movimentale trasferita in immagini. Grandioso!

    RispondiElimina
  5. A integrazione del suo post le segnalo che quello da lei pubblicato è uno dei 3 ddl che nel 2013 composero il pacchetto di proposte M5S a tema Diritti Civili

    1) Accesso al matrimonio da parte delle coppie formate dallo stesso sesso
    2) Contrasto all'omofobia e alla transfobia
    3) Modificazione dell'attribuzione di sesso

    I DDL furono il risultato di un lavoro congiunto M5S-Rete Lenford (Avvocatura per i diritti LGBT) il cui presidente Avv. Antonio Rotelli fu la persona che materialmente li scrisse.

    Qui un'intervista all'Avvocato:
    http://www.retelenford.it/651-873-579-intervista-ad-antonio-rotelli.html

    Qui invece, per chi avesse trovato efficace l'argomento "Non ci hanno permesso di discutere la legge!" opposto dagli M5S a giustificazione del boicottaggio, la documentazione della discussione dal 2013 in poi alla quale hanno ovviamente dato importante contributo sia di sostanza che, con la presenza, di forma:
    http://www.eventiretelenford.it/?page_id=44

    Sono esattamente due anni che stanno lavorando in Commissione insieme alla Cirinnà, l'sms confidenziale con il quale l'M5S le ha dato il via libera per il giorno del voto salvo poi farle saltare il ponte nel momento in cui lo stava attraversando, non è caduto dal cielo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lasci perdere. La mandria s'è bevuta che dopo due anni in commissione gli eroici portavoce hanno avuto la folgorazione sulla possibilità che la stepchild adoption aumentasse le indiane gravide, cosa tra l'altro logicamente improbabile.
      E prendevano pure per il culo gli altri, ovvero il popolo della nipote di Mubarak. A questo punto possiamo pure credere che Renzi finirà la Salerno-RC, delle tre puttanate è ancora la più credibile.

      Elimina
  6. Mi sembra che il migliore suggello a tutta la vicenda Cirinnà lo abbiano dato l'altra sera due inaffidabili e pericolosi grillini, ospiti di Piazza Pulita.

    Il primo grillino, nelle vesti di un tenero e focoso Crozza-Verdini, sussurrava al fidanzato Crozza-Renzi:"Matteo,hai fatto un vero capolavoro...tu che la stepchild adoption non la volevi proprio, sei riuscito a sfilarla dalla Cirinnà e a darne pure la colpa ai 5Stelle!!"

    L'altro inquietante grillino indossava invece le vesti di Pierluigi Bersani.
    Un Bersani che, avendo ormai poco da desiderare e poco da perdere in campo politico, ha potuto prendersi la magnifica libertà di dichiarare,'apertissimis verbis' e con un disarmante sorriso da bambino, che il re era nudo e-proprio come i 5Stelle hanno sempre detto-i voti per approvare la Cirinnà nella sua interezza e con un sano iter parlamentare c'erano, sì sì, c'erano proprio tutti e anche un po' di più.

    E allora il canguro, che serviva proprio a scongiurare l'infausto esito: ma poichè Grasso, altro inaffidabile grillino,si era permesso di rompergli il giocattolo dichiarandolo inammissibile, ecco che a lor signori, per 'sfilare l'adozione dalla Cirinnà', non rimaneva che la fiducia.

    Intendiamoci: quello che i due pericolosi grillini ci hanno 'rivelato' da una piazza che l'altra sera è stata davvero pulita, lo sappiamo tutti.Tutti. Solo che loro si sono permessi anche di DIRLO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, ora che Annamaria ha commentato sono più tranquillo.
      Ogni cosa è al suo posto.
      State bene.
      Ghino La Ganga

      Elimina
  7. Annamaria, non dica sciochezze....
    "-i voti per approvare la Cirinnà nella sua interezza e con un sano iter parlamentare c'erano, sì sì, c'erano proprio tutti e anche un po' di più...."
    garantiva lei sui voti segreti ?

    aleesandro riccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che ne sai? Se sono segreti!!!

      Elimina
  8. Chiedo scusa per il parziale OT ( a proposito di merda).
    La vera merda è questa:
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/03/05/il-foglio-cosi-casaleggio-spio-server-m5s-grillo-mai-avuto-accesso-pd-watergate-grillina-boldrini-valutiamo-situazione/2522166/
    Del tutto indistinguibili, ovviamente, produttori e consumatori di merda.

    RispondiElimina
  9. Tra l'altro il testo sarebbe da inviare in blocco all'Accademia dell Crusca onde perorare la causa di nuove regole grammaticali dell'Italiano.

    RispondiElimina