sabato 25 dicembre 2010

Contrordine, compagni!



Calma e gesso: esattamente, che dicono le carte che Wikileaks ha passato a El Pais? L’ambasciatore Ronald P. Spogli scrive: “Though Italy’s judiciary is traditionally considered left-leaning, former PM and FM Massimo D’Alema told the Ambassador last year that the judiciary is the greatest threat to the Italian state. Despite fifteen years of discussions on the need for comprehensive judicial reform, no significant progress has been made”. Provate a immaginare thread (argomento di discussione) al posto di threat (minaccia) e fila a meraviglia: si sa che le dentali sono insidiose in inglese, il povero Baffino deve aver sbagliato la pronuncia e così si è generato il frainteso.

Deboluccia, eh? Ok, come non detto.

8 commenti:

  1. Almeno ci hai provato!
    (Complimenti per il sito.)

    RispondiElimina
  2. Anche perché "thread to" non ha nessun senso.

    RispondiElimina
  3. Più che altro penso che parlassero in italiano :)

    RispondiElimina
  4. E come il suo modello di riferimento si è precipitato a smentire. Pure senza palle. Ce ne fosse uno che si assuma la responsabilità delle cose che dice.

    Despite fifteen years of nothingness, sta ancora là.

    RispondiElimina
  5. Tutti veltroniani, tutti veltroniani...

    RispondiElimina
  6. Massimino è sempre lui, quando uno lo vede davanti a sè deve stare attento che nel frattempo non se lo sta incoolando.


    Riportiamo da Wikileaks le dichiarazioni di un inattaccabile Veltroni:

    Former NOT PM and SdR (Sindaco de Roma) Mr.Veltroni told the Ambassador last year that the judiciary is the greatest threat to the Italian state, but also not the greatest threat. Despite fifteen years of discussions on the need for comprehensive judicial reform, no significant progress has been made but also some significant progress has been done.


    Ciò dimostra parzialmente che
    D'Alema = Veltroni
    nella sostanza, non nella forma.
    Quindi la differenza tra dalemiani e veltroniani non esiste.
    In parte ciò è confermato dagli stessi risultati elettorali.

    RispondiElimina
  7. ma, soprattutto, D'Alema si è già vantato di non conoscere l'inglese ;)

    RispondiElimina